La sostenibilità è green, #myhappycolor

L’attenzione alla sostenibilità ambientale sta diventando sempre di più una vera e propria direttrice di sviluppo indispensabile per l’impresa, per creare valore per i propri consumatori, gli stakeholders e l’intera comunità.

Fotolia: #109845124 | Autore: Stockwerk-Fotodesign

Secondo un’indagine Nielsen del 2017, il 43% dei Millennials italiani, ovvero giovani d’età compresa tra i 20 e i 35 anni, controlla l’impatto ambientale e sociale dei prodotti sulle etichette e addirittura il 56% dichiara di escludere a priori le aziende che non operano in modo sostenibile.

Si può dunque chiaramente affermare che l’approccio green non rappresenta più solamente una moda temporanea e passeggera, bensì una “conditio sine qua non”, un vero e proprio bisogno di ristabilire gli equilibri, un dovere etico e morale.

Fotolia: #90303726 | Autore: Robert Kneschke

La voglia di benessere, sicurezza ambientale, materiali naturali, la voglia di uno stile di vita più sano è divenuta di primaria importanza per l’umanità nel suo essere.

Il marketing sostenibile o green marketing si muove proprio in questa direzione, attraverso l’offerta di prodotti ecologici, bio e che abbiano quindi un impatto ambientale minimo.

Sostenibilità e finanza, sostenibilità e mercato, sostenibilità e business “camminano” insieme, vanno di pari passo, abbracciando sempre più settori, dalla moda al design, dalla cosmetica al food&beverage fino al settore automobilistico e tecnologico.

ATTENZIONE AZIENDE!!!
I nuovi consumatori sono attenti osservatori, precisi e scrupolosi e severissimi nel caso in cui individuino greenwashing, un neologismo che indica la strategia di alcune imprese che costruiscono un’immagine di sé ingannevolmente positiva sotto il profilo della sostenibilità.

Fotolia: #87030870 | Autore: patpitchaya

Il caos quotidiano, l’inquinamento, tutta la plastica che ci circonda conducono ad un unico estremo bisogno: l’evasione, la fuga… ed è qui che inizia il viaggio verso la sostenibilità.

Augusta Angelino

Sono Responsabile Comunicazione e Marketing di Sint dal 2005, mi considero una persona con un forte istinto creativo. Sono attratta da tutto ciò che può dar sfogo alla mia creatività, specie in termini visivi e di espressività corporea. Come Executive Senior Account e Project Manager sono costantemente a contatto con realtà aziendali le più diverse e nei più svariati settori, fonte costante di esperienza ed apprendimento sui temi del marketing e della loyalty.