Confagricoltura | Carta Servizi

Un programma ambizioso di “servizi alla persona”, per restituire valore ai soci e allargarne la base.

LA MAPPA – da dove si parte

Le associazioni di categoria hanno un ruolo importante a livello sociale e istituzionale, soprattutto quando scelgono di servire anche le persone che non ne fanno parte.

Paradossalmente, sono proprio i soci a perdere di vista nel tempo il valore di appartenervi, a meno che l’associazione non glielo rammenti costantemente, con la quantità e qualità dei servizi offerti e con una relazione attiva, attenta alla loro soddisfazione quotidiana.

Se poi l’associazione propone servizi di utilità generale anche a chi non è socio, con l’obiettivo di includerlo gradualmente nella propria base, la necessità di un’efficace strategia relazionale raddoppia.

È il caso di Anpa-Confagricoltura.

 

LA DESTINAZIONE – di cosa c’è bisogno

Anpa-Confagricoltura ha richiesto che la strategia relazionale si sviluppi in tre direzioni:

  • supportare la loro offerta di servizi alla persona introducendo nuovi vantaggi e opportunità di risparmio;
  • fidelizzare i soci tramite una relazione gratificante, che integri quella esistente con i centri di assistenza territoriali;
  • intervenire presso i non soci rendendo l’associazione più attraente e incrementando così le iscrizioni.

 

LA STRADA – come ci si arriva

La Carta Servizi proposta da Sint è il punto di arrivo di un programma vario e articolato che ha il suo punto fermo nella sinergia con i centri di assistenza territoriali.

Per ottenere (gratis) la carta, infatti, i soci devono farne richiesta presso il proprio centro di riferimento. Agli stessi centri è affidato il compito di proporre e illustrare la carta ai non soci, come incentivo all’iscrizione.

La Carta Servizi si integra profondamente nel programma di servizi alla persona, non solo fornendo nuovi contenuti, ma anche mettendo a sistema gli accordi già stipulati dall’associazione con realtà del territorio o convenzionando soci che abbiano un’attività commerciale di interesse per il programma.

L’inserimento della piattaforma Tornintasca consente di utilizzare il cashback, accumulato con gli acquisti online, per pagare la quota associativa, garantendo così un ulteriore risparmio.